Lettera del Presidente Francesco Rocca ai volontari della Croce Rossa Italiana

 

Cari volontari di Croce Rossa Italiana,

sono particolarmente emozionato nello scrivere questo messaggio perché questo è stato un anno particolare, importante, emozionante, ma anche purtroppo drammatico.

Già, drammatico perché non si possono dimenticare le scosse di terremoto che hanno fanno tremare l’Italia centrale e hanno ucciso centinaia di nostri concittadini, le tragedie in mare, la povertà nelle nostre strade, il disagio sociale di tanti: tutte situazioni che fanno riflettere sulle sfide quotidiane che dobbiamo e dovremo affrontare.

Sono emozionato anche perché tra pochi giorni si chiuderà un anno importante e, lasciatemelo dire, storico per la nostra Associazione. Dopo aver lavorato per anni al processo di riforma, in queste feste natalizie e di fine anno, possiamo festeggiare il primo anno della nuova Croce Rossa Italiana, completamente indipendente e finalmente nelle mani dei volontari.

Certo, non è stato un anno semplice. Come ogni processo di transizione, ci sono stati problemi, ritardi, incomprensioni. Ma la Croce Rossa ha risposto da Nord a Sud a ogni emergenza, con migliaia di volontari che quotidianamente hanno rappresentato e fatto diventare concreti i nostri Sette Principi con l’azione quotidiana, il prendersi cura di chi ha bisogno, il non lasciare nessuno solo. 

La risposta alle scosse di terremoto, le attività agli sbarchi dei migranti e nei centri di accoglienza e di transito in tutta Italia, le missioni di ricerca e soccorso nel Mar Mediterraneo con i colleghi del MOAS: tantissime sono le immagini delle azioni umanitarie che mi rendono orgoglioso del lavoro della Croce Rossa e che hanno ricevuto il plauso a livello internazionale da parte delle Società Nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. 

Oltre alle situazioni di emergenza, però, c’è una quotidianità che voglio ricordare, ovvero quella dei servizi di tutti i nostri comitati, i trasporti in ambulanza, il supporto ai senza fissa dimora, gli aiuti alle famiglie in difficoltà, le attività dei nostri giovani, il supporto alle nostre comunità, l’intercettare i bisogni di chi vive ai margini della società e tanti altri servizi che giorno dopo giorno portiamo avanti, andando incontro il più possibile. alle necessità della gente.

Voglio anche ricordare il grande lavoro fatto con il Consiglio Direttivo Nazionale e il Segretario Generale per la riorganizzazione della struttura: è stato lavoro incessante, serrato, fondamentale per il futuro della nostra amata Croce Rossa. 

Nel 2017 ci aspettano nuove sfide e nuovi traguardi importanti, il primo tra tutti il consolidare la nuova Associazione a ogni livello, non abbassando mai lo standard che abbiamo, dando risposte alle nostre comunità e facilitando sempre di più la vita dei volontari in ogni Comitato. 

Ora però permettetemi di ringraziarvi tutti, dal primo all’ultimo, per quello che avete fatto e per quello che farete anche in queste ore di festa, 24 ore su 24, in ogni angolo della nostra Nazione. Grazie perché senza di voi, senza la vostra vicinanza, senza le vostre attività quotidiane, nulla sarebbe possibile. E grazie anche ai dipendenti della Croce Rossa che con la loro abnegazione supportano il volontariato quotidianamente.

Auguri a voi, alle vostre famiglie e a tutti i vostri cari di buon Natale e di un felice e sereno anno nuovo!

Francesco Rocca

Calendario incontri

<<  Novembre 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

SMS

Donaci il 5x1000

1984-2014 il Video

Recapiti tel.

CookiesAccept

questo sito utilizza cookies tecnici propri e di terze parti

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser. Per saperne di piu'

Approvo